Seleziona una pagina

Emozionare in Cantina

22 Apr 2022 | Wine & Food

Durante la mia esperienza pluriennale nel mondo del vino, sono sempre stato attratto dal rapporto che si instaurava con gli ospiti quando venivano in visita alla Cantina. Per me era una gioia passare del tempo con loro perché avevo una missione da compiere:

Rendere memorabile un Territorio ed un Brand!

Durante il mio storytelling relegavo, come di solito si usa fare, il vino e la degustazione solo al termine dell’esperienza, senza dargli un gran peso; di vini buoni e magari anche migliori, ne avrebbero trovati ovunque, ma l’emozione e il coinvolgimento che trasmettevo prima di stappare quella bottiglia rappresentava il vero fulcro della visita in cantina.

Il mio obiettivo non è mai stato vendere vino ai visitatori (quello dell’azienda sì, ovviamente!). A me premeva che si portassero a casa un’emozione legata al Territorio e alla Cantina per far sì, che ovunque andassero, si portassero dietro il ricordo di quel momento magico e unico.

Col passare del tempo ho poi scoperto, durante la mia formazione, che c’è una connessione fortissima fra l’emozione e il ricordo ed ho capito che

“Non c’è arma più potente di legare un’informazione ad un’emozione.”

Questa resterà per sempre dentro la testa delle persone.

La bottiglia di vino è dunque un mezzo per riportare alla memoria un’emozione unica.

Attenzione! L’emozione che trasferiamo ai visitatori può essere sia positiva che negativa. E non consiglio a nessuno di sperimentare la seconda opzione.

Per concludere, ho venduto sempre tantissimo vino ai visitatori nonostante non fosse quello il mio obiettivo. La mia soddisfazione più grande rimaneva quella di aver legato una persona ad un Territorio, un Terroir, una Cantina, un Vino, attraverso un’emozione irripetibile.

Gli addetti all’Ospitalità dovrebbero dunque concentrarsi maggiormente sull’entrare in Rapport con i visitatori trasmettendo loro più emozioni e un po’ meno tecnicismi.

RAPPORT: Abilità di instaurare una connessione con gli altri tale da creare un clima di fiducia e reciproca comprensione.

Insomma, meno Barriques e più Passione.

Sei pronto a ottenere più visite in cantina e vendite D2C?

Se anche tu vuoi finalmente ottenere risultati evidenti e duraturi dall’Enoturismo, richiedi un mentoring gratuito di 30 minuti per scoprire come possiamo aiutarti.

Vuoi scoprire il metodo WED?

Scarica la nostra guida gratuita per Creare una Wine Experience memorabile in 10 Step!

Scritto da: Sebastiano Pedani - Winexperiencedesign.it

Da più di 20 anni nel mondo del vino e dell’ospitalità. Hospitality Developer & Manager di uno dei più grandi Gruppi Vinicoli italiani ha progettato, realizzato e sviluppato tutte le attività di Wine Experience per le tenute Toscane del Gruppo, per poi dedicarsi a Progetti di Digital Marketing e Comunicazione per Aziende del Wine & Food.

Altri articoli…

Enoturismo: una Nuova Stagione!

Enoturismo: una Nuova Stagione!

Siamo all’inizio di una nuova stagione che si prospetta complessa: dopo una pandemia durata due anni e una guerra alle porte dell’Europa è difficile fare programmi per i prossimi mesi…

leggi tutto

0 Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *